AGRIS Sardegna – Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura

L’Agenzia per la ricerca in agricoltura della regione Sardegna (Agris Sardegna) è nata nel 2006, dall’unione di cinque ex enti regionali che si occupano, sotto diversi aspetti, di ricerca e sviluppo in ambito agrario. La principale finalità dell’Agenzia è promuovere lo sviluppo rurale sostenibile, proteggere e valorizzare la biodiversità animale, vegetale e microbica, favorire lo sviluppo e l’innovazione dei settori agricolo, zootecnico, agroindustriale, agroalimentare, forestale e della pesca. Agris persegue i propri obiettivi attraverso progetti di ricerca e sviluppo, consulenza tecnica e scientifica per agricoltori, allevatori, industrie agroalimentari e consorzi di tutela di prodotti DOP, formazione di tecnici specializzati, alta formazione scientifica e disseminazione dei risultati tramite pubblicazioni scientifiche e partecipazione a convegni a livello locale e internazionale.

In particolare, per affrontare in maniera multidisciplinare le tematiche oggetto di studio, il Servizio ricerca “Prodotti di Origine Animale” è suddiviso in quattro settori scientifici (Microbiologia, Chimica, Tecnologia e Qualità sensoriale e valorizzazione dei prodotti). Il Servizio dispone di un caseificio sperimentale, in cui si studiano le tecnologie di produzione tradizionali e si cercano soluzioni di produzione innovative, e di spazi didattici e laboratori attrezzati per svolgere: analisi microbiologiche classiche e molecolari per l’identificazione, la caratterizzazione, la conservazione e l’impiego in produzione di batteri lattici autoctoni di interesse agroalimentare; analisi chimiche (macrocomposizione, frazione lipidica, frazione proteica, profilo aromatico volatile) per lo studio delle proprietà nutrizionali di prodotti agroalimentari; analisi per la caratterizzazione sensoriale e lo studio dei prodotti, delle abitudini alimentari e della percezione del consumatore, con particolare attenzione ai prodotti tradizionali e DOP della Sardegna; alta formazione.

Il Settore Microbiologia è impegnato anche nella conservazione, tutela e valorizzazione della biodiversità microbica attraverso il mantenimento di una delle collezioni microbiche di ceppi autoctoni oggetto del progetto MicroBiodiverSar. La collezione microbica BNSS (Bonassai-Sassari) è stata fondata nel 1967 ed è costituita principalmente da batteri lattici isolati da latte e formaggio di pecora e capra, ma sono presenti anche isolati provenienti da altre matrici, come prodotti a base di carne fermentata, olive da tavola e salamoie, tratto digerente di ovini, intestino di pesci e sperma di ariete. La collezione consta di oltre 10.000 isolati congelati (-80° C) e/o liofilizzati (5.500 geneticamente identificati) e di alcune colture naturali miste, catalogati in un sistema di archiviazione in parte pubblicato in questo sito, in parte ad esclusivo uso di laboratorio. Occasionalmente, il settore Microbiologia fornisce, a titolo gratuito, colture starter autoctone a piccoli caseifici lattiero-caseari locali, in seguito a richiesta ufficiale e sottoscrizione di un accordo (Material Transfer Agreement).

Persone di riferimento per la collezione microbica:

  • Roberta Comunian PhD
    Responsabile del Settore Microbiologia del Servizio ricerca prodotti di origine animale
    rcomunian@agrisricerca.it
  • Elisabetta Daga PhD
    Ricercatrice del Settore Microbiologia del Servizio ricerca prodotti di origine animale
    edaga@agrisricerca.it
  • Dr Antonio Paba
    Ricercatore del Settore Microbiologia del Servizio ricerca prodotti di origine animale
    apaba@agrisricerca.it
  • Ilaria Dupré PhD
    Ricercatrice del Settore Microbiologia del Servizio ricerca prodotti di origine animale
    idupre@agrisricerca.it
  • Rosanna Floris PhD
    Ricercatrice del Settore Pesca e Acquacoltura del Servizio ricerca prodotti ittici
    rfloris@agrisricerca.it